Pagina:Pulci - Morgante maggiore II.pdf/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

canto decimottavo 17

79 E poi diceva: Io veggo intorno a quella
     Dodici in sedia tutti coronati.
     Rispose Orlando: Questa brigatella
     Son gli apostoli suoi glorificati.
     Quell’altro con la croce in man sì bella,
     Che par che molto fisso Gesù guati,
     E non si sazi di veder sua vista?
     Rispose Orlando: È il suo cugin Battista.

80 Quelle tre donne accosto sì al Signore?
     Rispose Orlando: Son le tre Marie,
     Ch’al suo sepulcro andâr con tanto amore,
     Poi che fu crucifisso il terzo die.
     Chi è a colui che guarda il suo Fattore,
     Quasi dicessi: Io ti disubbidie?
     Rispose Orlando: Sarà il nostro Adamo,
     Pel cui peccato dannati savamo.

81 Chi è quel vecchierel con tanta fede,
     Che non si sazia di cantare Osanna,
     E par che di Maria si goda al piede?
     Colui che fu con lei nella capanna.
     Quell’altro vecchio ch’appresso si vede
     Colla sua sposa? è Giovacchino ed Anna,
     Rispose Orlando, il padre di Maria,
     E la sua madre gloriosa e pia.

82 Color che paion sì giusti e discreti
     Co’ libri in man, sai tu quel che si sia?
     Rispose Orlando: Saranno i profeti,
     Che predisson l’annunzio di Maria:
     Quivi è Davidde, e gli altri sempre lieti,
     E Moisè legista, e Geremia.
     L’altre corone ch’io vi veggo tante?
     Rispose Orlando: Gli altri santi e sante,

83 E martir, patriarchi, e confessori.
     Tante altre cose ch’io vi veggo belle?
     Rispose Orlando: Celesti splendori,
     Come i pianeti, e sole, e luna, e stelle.
     Que’ dolci gaudi, e que’ soavi odori,
     Tante dolce armonie, tante fiammelle?
     Rispose Orlando: È il gaudio sempiterno,
     E ’l sommo ben di quel Signore eterno.