Pagina:Pulci - Morgante maggiore II.pdf/454

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

indice dei nomi e delle cose notabili. 451

Paladini, prigioni, liberati da Rinaldo X, 70.

Palazzo incantato dove arrivano Orlando e Morgante, II, 19.

Parigi, presa da Binaldo, XI, 110. — un’altra volta, XII, 20.

Parlamento d’Antea e Orlando, XXIV, 115. — ultimo d’Orlando al suo esercito in Roncisvalle XXVI, 23.

Parlata dell’ambasciadore Falserone a Carlo Magno, XXIV, 149.

Passamente, gigante; morto da Orlando, I, 34.

Pianto che fa l’esercito di Manfredonio nel ritornarsene in Soria dopo la battaglia, VIII, 3.

Pipino, re; padre di Carlo Magno, X, 8. — fu ucciso a tradimento da Oldorigi, XXVIII, 55.

Primavera descritta, I, 3; IV, 2.

Prodìgi, XXIII, 48 ; XXV, 73.

Pulidoro, conte di Lusanna; era andato per prendere Montalbano, XXII, 124. — è ucciso dal morente Aldinghieri, ivi, 130.

Q

Quartiere (Signor del). Così chiamavasi Orlando, XI, 69, e altrove.

R

Ragionamento d’Astarotte con Malagigi, XXV, 119. — d’Astarotte con FRinaldo, ivi, 200. — col detto, ivi, 224.

Re di Murrocco, venuto in aiuto dell’imperatore di Mezza, XX, 79. — ucciso da Orlando, XXI, 12.

Riccardo di Normandia; combatte con Mattafolle, e al primo colpo s’arrende, VIII, 94. — morto in Roncisvalle, XXVII, 82.

Ricciardetto, fratello di Rinaldo, III, 31. — abbatte cinque campioni alla giostra di Parigi, XI, 31. — è preso in agguato da Gano, e tradotto a Carlo che lo vuol fare impiccare, XII, 10. — è liberato da Rinaldo, ivi, 24. — parte di Francia con Rinaldo per andarne in soccorso di Orlando, incarcerato dall’Amosante, XIII, 28. — è abbattuto e fatto prigione da Antea, XVI, 72. — menato alle forche, XVIII, 42. — è liberato, ivi, 71, — è abbattuto da Aldinghieri, XX, 93. — è portato in Roncisvalle da Farfarello, XXV, 206. — giugne in Roncisvalle, XXVI, 80. — ritorna a Parigi, XXVIII, 28.

Riccieri, XXVIII, 57.

Rimprovero di Orlando a Rinaldo innamorato di Antea, XVI, 45.

Rinaldo, ammazza Maganzesi in corte. III, 27. — partesi con Olivieri e Dodone dalla corte di Carlo, ivi, 32. — rompe le genti di Brunoro, ivi, 70. — si dà a conoscere per parente all’abate Chiaramonte, ivi, 78. — ammazza un drago, e libera un lione, IV, 15. — ammazza un gigante, ivi, 31. — liberano il re Corbante da una vipera, ivi, 67. — va in soccorso di Meridiana, V, 16. — uccide un terribile mostro nel deserto, ivi, 37. — si chiama il guerrier del lione, ivi, 68. — giugne con Ulivieri e Dodone in corte del re Caradoro, VI, 11. — giostra con Orlando, ivi, 41. — riconosce Orlando in corte del re Caradoro, VII, 2. — partitosi da Caradoro, trova Fieramonte, e l’uccide, IX, 18. — piglia la città d’Erminione, ammazza la moglie e’ figliuoli, ivi, 42, — va con esercito a soccorrere Carlo, IX, 69. — giugne a Parigi, X, 7 — uccide il Magagna, ivi, 17. — uccide Salincorno, ivi, 52. — abbatte Erminione, e libera i paladini che erano prigioni, ivi, 64. — è ingannato da Malagigi, ivi, 78. — giostra con Orlando, e la burla di Malagigi si scuopre, ivi, 108. — ha parole con Ulivieri, XI, 9. — fu bandito di corte, ivi, 16. — fassi assassino di strada, ivi, 19. — per consiglio di Malagigi va sconosciuto alla giostra di Parigi con Ricciardetto e Astolfo, ivi, 29. — ne abbatte molti, e ottiene l’onore della giostra, ivi, 34. — libera Astolfo dalle forche, ivi, 49. — libera Ricciardetto dalle forche, XII, 24. — ferisce Gano, ivi, 26.— caccia Carlo, ed è coronato in Parigi, ivi, 31. — ripone in seggio Carlo, e va in soccorso d’Orlando, XIII, 27. — giostra con Marsilio, lo abbatte, e ne va seco a Siragozza, ivi, 29. — s’inna-