Pagina:Ritratto delle più nobili et famose città d'Italia.djvu/10

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

citta

cordo fu d’Aquilea. Et Ruffino che fu dottissimo nella lingua greca & latina, come si vede per l’opere sue. Paolo Diacono historico che scrisse le cose de Longobardi. Pio Papa primo, secondo Platina & Candido.


BORGO SAN SEPOLCRO.


Questa città posta nell’Umbria ò Ducato di Spoleto, è assai bella & forte, ma non antica. Ella fu fatta forte da Guido Pietramala Vescovo & signor di Arezzo. Fu lungamente sottoposta alla Chiesa Romana, ma Papa Eugenio Quarto la impegnò a Fiorentini per dodici mila ducati. Nacque in questo luogo Malatesta Cattaneo che Legista eccellente & Vescovo di Camerino. La illustrò parimente Remigio Filosofo, il quale haveva la lettura in Padova l’anno 1537. & altri furno & sono d’ornamento alla detta città.


BEVAGNA.


Questa detta da Latini Mevania è posta nell’Umbria, passa per essa il fiume Tireno per il quale si portano al Tevero i frutti che vanno a Roma. Nacque di questa Propertio poeta celebre, & de christiani fu suo cittadino il beato Iacomo de Bianconi, frate de predicatori illustre per molti miracoli.


BITONTO.


Città posta in terra di Bari, nella Puglia, cosi detta, quasi bonum totum, ciò, buon tutto, è assai notabile & bella. Ha molto popolo, & è commoda & ricca al suo territorio è molto fertile di tutte le cose, percioche produce oltre il vino, l’olio, & il grano, mandole & aranci in gran quantità. Fu Marchese di Bitonto Giulio Aquaviva de Duchi d’Atri. Illustrarono questa patria Antonio Teologo celeberrimo predicatore, & Mariano parimente Teologo & Filosovo di gran nome ne suoi tempi. Sono le famiglie di Bitonto. Gli Abenati, i Baroni, i Boui, i Girardi, quei di Labino, di Lucio, di Maggiori, i Padula, i Perisi, i Pice, i Regna, i Ripa, di Rogadio, gli Scatigi, i Taccola, i Valeriani, i Verità, gli Ulpiani, i Pianella & altri. Fu suo vescovo a tempi nostri Cornelio Musso predicatore, il piu facondo che havesse l’ordine de Minori.