Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/267

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
234 amilcare ancona

Sorsero è bensì vero in Milano diverse nuove collezioni ed in prima linea devonsi menzionare quelle dei Signori Cav. Francesco e Cav. Ercole Gnecchi che godono oramai una fama europea; vengono in seguito quelle del Cav. Prayer, del D.r Carotti, del Rag. Cogliati, dell’avvocato Batti, del D.r Comandini, del Sig. Rodolfo Sessa, del Sig. Migliavacca e qualche altra, né dimenticheremo la biblioteca numismatica raccolta dal modesto ma eruditissimo Prof. Luppi, ma senza far torto a tutti questi egregi nuovi numismatici ci permettiamo di asserire che ancora non ci compensano pienamente dei perduti.

Ma torniamo ai nostri denari del ripostiglio e passiamo ora in rassegna quelli degli ultimi due imperatori Marco Aurelio e Lucio Vero associato all’impero da Marco Aurelio dopo la morte di Antonino Pio l’anno 161, i quali potranno metterci forse sulla via di stabilire all’incirca l’epoca del sotterramento e le cause che lo determinarono.




Prospetto dei denari di Marco Aurelio.


N. degli esemplari ROVESCIO Anno di coniazione
1 clem (all’esergo) tr . pot . v . cos . ii . inedita
6 pietas avg 140.43
4 ivventas 141
1 cos . des . ii 144
16 cos . ii . La Speranza a sinistra . 145.46
1 tr . pot . cos . ii La Speranza a sinistra 146
3 tr . pot . ii . cos . ii Pallade a destra 148
3 tr . pot . iii . cos . ii La Provvidenza 149
1 clem . tr . pot . iii . cos . ii . 149
2 tr . pot . iii . cos . ii Pallade a destra . 149
4 tr . pot . ii . cos . ii . La Provvidenza . 149

42 Da riportarsi