Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/247

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
228 alfredo comandini

GERMANIA, Sotto al taglio del busto: E. SPALLETTA.

R/ — In corona d’alloro e di quercia fatta di due rami, annodati in basso, e terminanti in alto in stella d’Italia raggiata;. nel campo, in otto linee: 11 OTTOBRE 1888 — VISITA IN ROMA — DI GUGLIELMO II — IMP. DI GERMANIA — AD — UMBERTO I — RE D’ITALIA.

b) Diam. mm. 32.

D/ — In medaglione, cinto d’alloro e di quercia, e sormontato dalla stella d’Italia, testa nuda a destra di re Umberto. In giro, superiormente, ad arco: UMBERTO I RE D’ITALIA; inferiormente fra due stellette: ROMA 1888.

R/ — In medaglione, cinto d’alloro e di quercia, e sormontato dalla croce prussiana del merito, testa nuda a sinistra dell’imperatore Guglielmo. In giro alla medaglia, da sotto: GUGLIELMO II IMPERATORE DI GERMANIA. La leggenda, sotto, chiusa da una perla fra due gigli araldici orizzontalmente disposti.

Questa medaglia ha l’appiccagnolo, per infilarvi nastro.

c) Diam. mm. 28.

D/ — Teste nude, affrontate, di Umberto I, a destra e di Guglielmo II a sinistra, separate da ramo d’alloro ergentesi verticalmente, diviso, in alto, in tre rami, e in basso in due, ai quali sovrapponesi lambello svolazzante e portante, a destra il nome di UMBERTO I, a sinistra quello di GUGLIELMO II. In alto, ad arco, al dissopra delle due teste: SEMPRE UNITI. E tutto intorno alla medaglia cerchio di perline.

R/ — Sovrapposti a due rami di quercia e di alloro formanti corona, aperti in alto e annodati in basso, i due stemmi affiancati, coronati, imperiale di Germania e