Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/257

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
238 alfredo comandini

tistica dei Virtuosi ai Pantheon fece presentare al Papa, come dono per l’Esposizione Vaticana, un ricco astuccio contenente gli esemplari delle medaglie di premio dei concorsi, solite conferirsi da questo antico artistico consorzio; più, una medaglia d’oro di gran modulo, coniata a posta, la quale da un lato presenta lo stemma dei Virtuosi, dall’altro la seguente iscrizione dettata dal segretario perpetuo della Congregazione, comm. Carlo Lodovico Visconti:

LEONI . XIII. . PONT . MAX ― L . ANNOS . AB . INITO . SACERDOTIO — FELICITER . EMENSO — SODALES . VRBANI . ARTIVM . CVLTORES — A . VIRTVTE . NVNCVPATI — PATRI . BEATISSIMO — GRATVLATIONES • ET • VOTA. ― PRID . KAL . IAN • AN . MDCCCLXXXVIII.

Ed aggiungiamo una rettifica lieve, relativa a due medaglie pontificie, illustrate nel nostro primo articolo, e portanti i numeri 1 e 2 della tavola relativa: la rettifica è che furono bensì coniate in Roma, non però nella regia zecca.

Qui facciamo punto fermo: sat prata biberunt! Tuttavia nutriamo fiducia che agli amatori non sarà tornata incresciosa questa nostra rassegna, nella quale per la diversità, disparità e delicatezza dei nomi e delle cose accennativi, ci siamo studiati di attenerci, come di dovere, al più scrupoloso e corretto oggettivismo.

Giugno 1889.


P.S. Avevamo già scritto questo nostro ultimo articolo, quando, a Firenze e a Roma, abbiamo ritro-