Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/483

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
460 francesco gnecchi

R/ — MONETA AVG •
Le tre Monete, ciascuna colla cornucopia e le bilancio.

Ai piedi di ciascuna un mucchio di metallo. (Diam. Mill. 31, peso gr. 21,500 nello stato attuale).

(Tav. VII, N. 18).

NB. Nessun medaglione in oro ne in argento è finora conosciuto di Erennia Etruscilla, anzi, a parlare più propriamente, nessun medaglione in genere è conosciuto di questa imperatrice, perchè non si può considerare come vero medaglione neppure quello in bronzo, che abusivamente passa per tale, e che porta sempre le lettere s . c. Quello adunque ora descritto si può considerare come l’unico Medaglione d’Etruscilla. Fu trovato a Roma nel 1886; ma sventuratamente non gli rimane che il puro valore scientifico, restandone solo quanto è necessario per identificarlo. A un discreto rovescio non corrisponde che un avanzo del dritto, il resto essendo stato sfogliato dall’ossido; ma trattandosi di un pezzo unico, ho creduto bene di darne l’impronta alla Tavola, malgrado il suo deplorevole stato.


ERENNIO ETRUSCO.


123. Denaro. — Dopo Cohen 12.

D/ — Q • HER • ETR • MES • DECIVS NOB • C •
Testa radiata a destra.

R/ — PRINC • IVVENT •
Apollo seminudo seduto a sinistra con un ramo nella destra e il gomito sinistro appoggiato alla lira.


OSTILIANO.


124. Gran Bronzo. — Dopo Cohen 53.

D/ — IMP • CAES • C • VAL • HOS • MES • QVINTVS AVG •
Busto laureato a destra col paludamento.

R/ — QVINTO FELIX (senza S • C •)
La Pace a sinistra con un ramo d’ulivo e uno scettro traversale.