Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/187

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


POCHE OSSERVAZIONI


SUL DENARO DI L • MEMMI •




Rivista italiana di numismatica 1892 p175.jpg


I.


La gente Memmia, come molto famiglie romane, si vantava di discendere da illustri antenati, rannodandosi ad uno degli eroi che, scampati all’eccidio di Troia con Enea, sarebbero venuti a fermare stanza nel Lazio. A questa pretensione dei Memmii accenna nel seguente verso Virgilio,

mox Italus Maestheus, genus a quo nomine Memmi1


il quale, nel suo poema, più volte cita Mnesteo (Menesteo) troiano2. L’etimologia che i Memmii davano del loro nome non occorre neppure osservare se sia esatta dal lato filologico: ma è noto esser comune a molte famiglie romane il vezzo di rannodare il loro nome a quello di qualche dio od eroe che

  1. Aen. V, 117.
  2. Id. IV, 288; V. 597: IX, 779, 784, 812; XII, 127. Quanto al nome Mnestheus o Menestheus v. De Wit, Onomasticon s. v. Mnestheus.