Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/365

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
316 nicolò papadopoli

Rodigo e per lo stemma partito, anziché inquartato, dovrebbe essere uguale a quello posseduto dall’abate Bellini e descritto sommariamente dallo Zanetti1. Per finitezza di conio e diligenza di battitura a me sembra posteriore di pochi anni a quello illustrato da Promis.

Rivista italiana di numismatica 1893 (page 365 crop).jpg


2. Oro (peso grammi 1.56).

D/ — Testa del principe a sinistra: VESPA • GON • COL • MAR • ET • C.
R/ - Busto della B. V. con Bambino: VIRGO DEI .... ENETRIX.

Questo mezzo scudo o quarto di doppia fu indicato nel Catalogo Morbio al. n. 2900, e dalla descrizione pare lo stesso esemplare con identico buco.

[immagine da inserire]


2. Argento (peso grammi 6.11).

D/ — Scudo inquartato con corona, nel primo e quarto, stemma Gonzaga, nel secondo e terzo. Colonna: VESP GON • COL.... R • ROT • Q • CO.
  1. Zanetti G. A., Nuova Raccolta delle monete e Zecche d’Italia, ecc. Tomo III, Appendice, pag. 473,