Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/380

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite della raccolta papadopoli 331

Anche di Ferdinando II figlio di Cesare (1575–1630) e signore, poi duca di Guastalla ho la fortuna di possedere nella mia raccolta un bellissimo ongaro desiderato ed aspettato da molto tempo.

[immagine da inserire]


4. Oro (peso grammi 3.41).

D/ — Il principe in piedi con armatura, volto a destra: FERDINANDVS GONZAGA • II.
R/ — Stemma Gonzaga coronato ed ornato di un festone di fiori e frutti: DOMINVS • GVASTALLÆ.

Questo zecchino di buon metallo, di intaglio squisito manca dell’ordine del toson d’oro, sostituito da un festone di fiori e frutti, e quindi deve appartenere alla prima emissione di Ferdinando di cui parla il padre Affò1 nella quale lavorava i coni della zecca di Guastalla il celebre Andrea Cavalli.

NOVELLARA.


Esaminando un certo numero di quattrini, stampati dai Gonzaga conti dì Novellara ad imitazione di quelli di Lucca col Santo Volto, ho rilevato tre varietà che mi sembrano meritevoli di ricordo.

  1. Zanetti G. A., Opera citata. Tomo III, pag. 44 e 47.