Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/551

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
484 alfredo comandini

28. — Diam. mm. 50.

D/ — In alto, ad arco, in cerchio rilevato, fra due rosette:
ESPOSIZIONE BEATRICE. Sotto, ad arco, nello stesso cerchio rilevato: FIRENZE MAGGIO-GIUGNO MDCCCXC Nel campo, busto a sinistra, testa laureata e velata di Beatrice. In giro, ai lati: LUCE INTELLETTUAL - PIENA D’AMORE. Nel taglio del busto: Luigi Giorgi f.
R/ — Puppo nudo, alato, stante di prospetto, portando davanti a se una targa sagomata, liscia, terminata ai lati da ornati a guisa di conchiglie. In alto, ad arco: RICORDO ALLE — ESPOSITRICI. Nello sfondo la veduta del palazzo della Signoria e di Santa Maria del Fiore col campanile di Giotto. Sotto la linea dell’esergo: Luigi Giorgi f.

Questa medaglia, nel cui diritto si vede riprodotto il ritratto della Beatrice uguale a quello portato dalla medaglia descritta al N. 20, venne incisa dal valentissimo cav. Giorgi di Firenze, e venne messa in commercio come ricordo alle Espositrici. Si vendeva a L. 6 per ogni esemplare di Bronzo dorato; e costava L. 7 per quelle espositrici che sulla targa del rovescio volevano inciso il proprio nome.



Nel maggio del 1890 faceva ritorno in Italia il viaggiatore africano capitano Gaetano Casati, di Monza, per dieci anni rappresentante in Africa della milanese Società di esplorazione commerciale in Africa; degno continuatore dell’opera di Gustavo Bianchi, ed emulo e compagno di Stanley, di Emin Pascià, di Antonelli, di Cecchi, ecc.

Il 19 luglio al Casati veniva in Milano offerto un solenne banchetto; e in una solenne riunione della Società d’esplorazione milanese gli veniva offerta, in esemplare d’oro, la seguente medaglia: