Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/388

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni numismatiche italiane 375

bel scudo d’oro di Paolo III colla leggenda LIBERTAS ECLESIASTICA, ha avuto anche questa prima moneta d’oro col nome di Leone X. In questa è riprodotto quasi fedelmente l’impronta del grosso n. 6, tav. II del Vermiglioli, ma colla giunta dell’armetta.


ROMA.


Giuseppe Ruggero - Callistus III Rivista italiana di numismatica 1896 (page 388 crop).jpg


    D/ – ◦ + CALISTVS Five-petal flower icon.white.svg ◦   ◦ PP ◦ TERTIVS Arme in quattro archetti doppi disposti ad elisse.
    R/ – · S · PETRVS· ·S· PAVLVS Esergo · ROMA · I due Santi in piedi.
Oro, zecchino, peso grammi 3,51. — Bellissima cons.

Due erano i tipi del ducato conosciuti di Papa Calisto III: quello col Santo in piedi, e l’altro della navicella. Questo coi due Santi, sebbene già usato sulle monete d’argento, appare solamente ora per la prima volta sull’oro.

Nel presente ducato si manifesta una curiosa anomalia, che il lettore avrà rilevata, la sconcordanza cioè tra le forme paleografiche delle due faccie della moneta. Premetto, che tanto alla prima impressione come ad un attento esame, questa moneta si dimostra assolutamente genuina ed autentica; anzi, osserverei che, dato e non concesso fosse opera di falsario, questi sarebbe artista di tanto valore, da