Pagina:Rousseau - Il contratto sociale.pdf/140

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 138 —


non equivale al lavoro, debbono rimanere incolti e deserti, o solamente popolati di selvaggi: i luoghi, in cui il lavoro degli uomini non frutta esattamente se non il necessario, debbono venire abitati da popoli barbari, perchè vi sarebbe impossibile ogni incivilimento: i luoghi, in cui l’eccesso del prodotto sul lavoro è mediocre convengono ai popoli liberi: i luoghi in cui il terreno abbondante e fertile. benchè poco lavorato frutta assai, vogliono essere governati monarchicamente, onde consumare per mezzo del lusso del principe l’eccesso del superfluo dei sudditi; imperocchè è meglio che quell’eccesso venga assorbito dal governo che dissipato dai particolari. So che vi sono delle eccezioni: ma queste eccezioni stesse confermano la regola, nel senso che quelle generano tosto o tardi delle rivoluzioni, le quali riducono le cose nell’ordine della matura.

Distinguiamo sempre le leggi generali dalle cause particolari, che ne possono modificare l’effetto. Quand’anche tutto il Mezzodì fosse pieno di repubbliche, e tutto il Norte di