Pagina:Rousseau - Il contratto sociale.pdf/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 88 —


la libertà, perchè ogni particolare dipendenza è una forza che si toglie al corpo dello stato; l’uguaglianza, perchè la libertà non può sussistere senz’essa,

Ho già detto che cosa sia libertà civile: riguardo poi all’uguaglianza, non bisogna intendere per questa parola i gradi di potere. e di ricchezza assolutamente uguali, ma solamente che il potere stia al di sopra di ogni violenza, e non mai si eserciti se non in virtù dell’ordine e delle leggi, e che nessun cittadino sia talmente ricco da poterne comprare un altro, e che niuno sia talmente povero da esser necessitato a vendersi1: il che suppone dal lato dei potenti moderazion di beni e di credito, e dal lato dei deboli moderazione d’avarizia e di appetito.

  1. Volete che sia solido lo stato? ravvicinate i gradi estremi per quanto sia possibile, non soffrite nè opulenti nè mendici. Questi due stati, naturalmente inseparabili, sono egualmente funesti al bene comune; dall’uno escono i fautori della tirannide, dall’altro i tiranni. Il traffico della pubblica libertà si fa sempre tra essi; l’uno la compra, l’altro la vende.