Pagina:Salgari - La Sovrana del Campo d'Oro.djvu/236

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


rugose sul capo, di cui si servono, al pari degli stambecchi, per saltare negli abissi.

— Sono scesi di qui i negri ed i vaqueros? — chiese Harris.

— Sì, — rispose Buck. — Ecco le loro tracce.

Si era curvato su di uno strato di terreno sabbioso, umido per le infiltrazioni sotterranee d’acqua, mostrando ai due californiani numerose impronte di zoccoli.

— Quindici cavalli, — disse, dopo un lungo esame. — Vedete che non m’inganno io.

— Saranno molto lontani? — chese Blunt.

— Giurerei che queste orme non datano che da dodici ore.

— Allora sono molto innanzi e non so come faremo a raggiungerli, soprattutto; noi che siamo appiedati.

— Mi aspetterete in qualche luogo, mentre io forzerò la marcia del mio mustano. Non dubitate: seguirò queste orme attraverso tutto il Gran Cañon se sarà necessario, senza mai perderle. Adagio, signori, la via diventa pessima.

La gola scendeva quasi a precipizio e andava a poco a poco restringendosi, mentre il fondo appariva ingombro di macigni, di sabbie, di detriti di varie specie, trascinati colà dalle acque.

Il mustano, soprattutto, quantunque sostenuto dal pugno solido di Buck, penava assai a tenersi in piedi e correva ad ogni istante il pericolo di scivolare e di spezzarsi le gambe.

Tuttavia, dopo quattro ore, i due californiani ed il cow-boy riuscivano a raggiungere il fondo del Gran Cañon, seguendo sempre le orme dei negri a dei vaqueros.

— Possiamo riposarci un paio d’ore, — disse Buck. — Abbiamo compiuta una discesa che pochi uomini avrebbero potuto percorrere in così breve tempo, e anche...

Si era interrotto bruscamente, guardando verso un macchia di cactus che sorgeva alla base della immensa muraglia.

— Là è stato acceso un fuoco, — disse. — I negri hanno certamente sostato.

S’accostò alla macchia e mostrò ai due californiani un mucchio di cenere, su cui si scorgevano alcuni tizzoni quasi consunti.

Ne prese uno e vi soffiò sopra, sprigionando una scintilla.

— Il vostro Re dei Granchi non deve essere lontano, — disse. — Il fuoco cova ancora sotto la cenere.

— Che i negri ed i vaqueros si siano fermati qui? — chiese Blunt.

— Le orme lasciate dai loro cavalli si arrestano in questo luogo, — rispose Buck. — Un cow-boy non s’inganna mai.

— Allora non devono avere molto vantaggio su di noi, — disse Harris.