Pagina:Scherzi poetici di vari celebri autori italiani e veneziani.djvu/71

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

71


   A un villanel novizio di un convento,
Nobil maestro spesso ripeteva:
Ve l’ho detto più volte, santo Dio!
Non dovete dir fava ma faceva,
Non dovete dir barba ma sior zio.
Memore quegli dell’avvertimento
Disse un giorno al maestro: Padre mio,
Oh se sapeste quel che mi è avvenuto!
Nel mangiar la minestra mi è caduto
Un grano di faceva sul sior zio.