Pagina:Schiaparelli - Scritti della astronomia antica, 1926.djvu/282

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

astro-meteorologici degli antichi 271
Giorno 30.
Secondo Callippo comincia a levarsi il Leone; venti australi. Il Cane è ben visibile all’oriente mattutino.
31. Secondo Eudosso, vento australe.


Il Sole percorre il Leone in 31 giorni.


Giorno 1.
Secondo Eutemone il Cane è ben visibile; gran caldo: significa.
5. Secondo Eudosso l’Aquila tramonta al mattino.
10. Secondo Eudosso tramonta la Corona.
12.
Secondo Callippo si leva la parte media del Leone; gran caldo per lo più.
16. Secondo Eudosso significa.
17.
Secondo Eutemone tramonta la Lira; piove e cessan le etesie. Sorge il Cavallo.
18.
Secondo Eudosso il Delfino tramonta al mattino. Secondo Dositeo la Vendemmiatrice nasce la sera.
22.
Secondo Eudosso la Lira tramonta al mattino: significa.
29.
Secondo Eudosso significa. Secondo Callippo comincia a nascere la Vergine: significa.

La parola significa, che di quando in quando occorre in questo ed in altri parapegmi, è traduzione letterale del greco σημαίνει ed indica un giorno meteorologicamente importante, nel quale si può aspettare qualche notabile cambiamento di tempo di natura non designata. Lo stesso termine si trova anche usato, benché più raramente, quando un fenomeno celeste annunzia un corrispondente fenomeno meteorologico. Per tal modo il levare mattutino di Sirio significava il caldo grave e l’arsura dell’estate, e il tramontare vespertino delle Pleiadi e delle Hyadi significava tempo piovoso e l’avvicinarsi dell’inverno.

Si vede, che le epoche dei fenomeni astronomici non sono assegnate dai diversi osservatori al medesimo giorno. Questo proviene in parte da che le osservazioni del levare e del tramonto delle stelle sono soggette ad errori di più giorni, e di errori più gravi per le stelle più lontane dell’equatore. In parte deriva da ciò, che non tutti gli osservatori hanno notato quei fenomeni sotto lo stesso parallelo. Da ultimo anche le dif-