Pagina:Scienza - Li Meravigliosi Secreti di Medicina, 1618.djvu/61

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DI MEDICINA. 9


ta essentia i stomachi fiacchi, risoluti, e deboli, [et della quinta essentia] incita l'appetito, ferma il vomito purga il cervello, acuisce la memoria, induce il sonno, fa l'huomo diligente, rimove ogni tristezza, allegra il cuore, vivifica i spiriti, tempera lacrimonia della bile, discaccia la ventofità delcorpo, apre l'oppilatione, aiuta la concettione, move l'orina, provoca il sudore, e fa la via mandar fuori tutti gli escrementi: Da forza et ingagliardisce lo stomaco, il fegato, la melza, i nervi e tutti i membri interni et esterni, fa buon colore, retifica e purga il sangue, ristora i corpi secchi, e ingrassa i convalescenti, e finalmente all'huomo nutrimento medicamento, e credo veramente che nel universo trovar non si possa cosa che tanta virtù habbia, essendo che col odore solamente rallegri il cuore, ristori le forze,et tutti gli humori renda buoni, e perfetti, et in ultimo pigliando detta quinta [Quinta essentia con zucchero, e acquavite.] essentia nella quale sia già dissoluto un poco di zucchero, e mescalandola con alquanto d'acqua vite, e massime nell'inverno, over in corpi grassi e humidi, non vi sia cosa al mondo ch'avanzar la poscia, e non vi essendo acquavite, meschiesi con altre tanto vino buono, et odorato, et non vi essendo la nostra quinta [Quinta essentia con il vino.] essentia piglisi del vino, nel quale sia posto del rosmarino, e perciò (avanti fosse trovata questa nostra quinta essentia (fu da Arnaldo di villa nuova composto il vino [Vino di rosmarino, da Arnaldo.] di rosmarino, quale da lui è tanto lodato, e per piu lodarlo, dice ch'essendo Anazare in Babilo-


nia,