Pagina:Serao - Cristina, Roma, Voghera, 1908.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

cristina 51

II.

Tre anni dopo, un giorno, a tavola, don Cosimo Demartino chiese a sua figlia Cristina:

— Cristinella, lo conosci Giovannino Sticco?

— Il figliuolo di donna Marianna?

— Sì.

— L’avrò visto tre o quattro volte, quando veniva qui, che vi era ancora Ferdinando.

— Che te ne pare, Cristinella?

— Non saprei, papà.

— È un buon giovane.