Pagina:Solenni funerali di Pio papa ottavo (Amat).djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
22
 


e d’indipendenza. Distrugger altare e trono è il suo scopo; e già ella porta in tutte le famiglie la discordia e la confusione, suscitando il figlio contro il padre, il servo contro il padrone, il suddito contro il Principe. Niun freno era omai più valevole ad arrestare la rapidità de’ suoi funesti progressi, chè dell’impuro suo fiato erano infetti coloro, che essere dovevano i guardiani de’ costumi, delle leggi, e dell’autorità. Lo spirito corruttore dai tetti dorati s’insinua negli affumicati tugurii del povero, e per sin le campagne ricevono l’empie lezioni del vecchio di Ferney. Eppur questo non è tutto. Penetra la nemica di Dio co’ suoi tenebrosi sofismi nel Santuario. Io non vi dirò che si vedesse allora l’abominazione nel luogo santo, che cessassero affatto l’auguste solennità, che fossero distrutte le porte del tempio; ma furono derisi i misteri, negletto il culto, il sacro potere di duri ceppi avvinto, e si videro disperse a capo le vie non poche