Pagina:Solenni funerali di Pio papa ottavo (Amat).djvu/26

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
26
 


sauribile carità: Non est qui se abscondat a calore ejus. Iddio benedice le pastorali sue cure e fatiche, ed oh i prodigi che opera il suo zelo! Le piaghe della sua Chiesa si saldano, sparisce la seduzione, gli allettamenti del vizio diminuiscono, rifioriscono nel suo gregge l’innocenza, la fede, il buon costume; nel Clero lo studio, la disciplina, la santità, e ritorna al Santuario il suo primiero colore, e l’antica gloria. Oh Pastore degno de’ più bei tempi della Chiesa! Ma con quali mezzi ha potuto egli operare un sì felice e maraviglioso rivolgimento? Non per altre vie, miei Signori, che per le tranquille e pacifiche della dolcezza.

L’incredulità rimprovera ai Ministri dell’altare di esercitar sulle coscienze un impero di terrore. Popoli di Montalto, venite a render testimonianza al vostro Samuello. Ravvisaste voi mai nel governo del vostro Pastore la menoma traccia d’impero o di terrore? Diteci ha egli