Pagina:Specchio di vera penitenza.djvu/165

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

distinzione quinta — cap. iv. 137

chiavi del mio officio, e vinta m’arrendo. – E lasciando le chiavi in su l’altare, si partì dal monistero, e stette a posta d’uno cherico alcuno tempo: il quale poi lasciandola, ella si sviò in tanto, ch’ ella diventò comune e palese peccatrice. Et essendo stata nel peccato quindici anni, un dì venne alla porta del monistero dov’era stata allevata, e domandò il portinaio: – Averesti tu conosciuta una monaca, già sagrestana di questo monistero, ch’avea nome Beatrice? – Ben la conosco, disse il portinaio, ed è una savia e onesta religiosa; e dalla sua fanciullezza in sino al dì d’oggi è conversata in questo monistero santamente e colla comune grazia di tutte le suore.1 – La peccatrice non intese le parole dell’uomo,2 ma diè la volta, e andavasi via. Alla quale apparve la Vergine Maria, dalla quale ella avea preso commiato quando avea fatta la partita e rassegnato le chiavi, e le disse: – Io ho fatto l’officio tuo quindici anni, poi che del monistero ti partisti, nell’abito e nella figura tua; e non è persona vivente che sappia nulla del peccato tuo: e però torna al monistero e all’uficio tuo, e fa penitenzia del tuo peccato. Le chiavi della sagrestia tu ritroverrai in su l’altare, in quel luogo dove tu le lasciasti. – Beatrice, compunta, vedendo3 la misericordia di Dio e la grazia della Vergine Maria, tornò al monistero, e vivette in penitenzia e santa vita in sino alla morte; e niuno seppe mai il fallo suo, se non ch’ella il confessò in penitenzia al prete, dicendo la cagione e ’l processo del suo isviamento, e la grazia ricevuta. E volle che si scrivesse ad essemplo e ammaestramento de’ confessori e de’ peccatori, e a loda della Madre di Iesu Cristo, advocata de’ peccatori.

La terza cosa che ’l discreto confessoro dee osservare, si è che domandando de’ peccati, e spezialmente de’ carnali, non dee domandare troppo especificatamente delle particulari cir-

  1. Di tutte le sue, è nelle stampe del 95 e dell'85.
  2. L'antica edizione: del portinaio.
  3. Il Codice: udendo.

12*