Pagina:Statistica morale.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 45 ―


In Francia si hanno risultati analoghi e non meno caratteristici.

Lo stupro e l’offesa al pudore (viol et offences à la pudeur) eccederebbe già alcun poco la media prima dei 16 anni; rialza poi sentitamente, e va a toccare il massimo assoluto, mantenendovisi alcun tempo pressochè costante, prima dei 25; indi ribassa rapidissimamente, scompare quasi affatto nel minimo fra 40 e 45, con un leggiero rialzo in appresso, e un secondo massimo relativo, alquanto inferiore alla media, fra 70 e 80.

L’attentato sopra fanciulli al di sotto di 15 anni (attentat sur des enfants au-dessous de 15 ans) ha un primo massimo fra 16 e 21 anno; poscia declina rapidamente e va a toccare il minimo fra 25 e 35; dopodichè rialza in modo continuo e regolare, fino a raggiungere il massimo assoluto, enormemente sulla media, fra 65 e 70, con un leggiero dechino dappoi.

Il medesimo fatto che in Inghilterra, e di quante riflessioni morali non è esso fecondo!

Anche i dati dell’Impero Austriaco (1856-57) accennerebbero a qualche punto di somiglianza.

Un altro crimine, la cui propensione offre un procedimento assai curioso, è l’incendio, sul quale molto si speculò negli ultimi tempi, principalmente in Germania, essendosi pur trattato del caso possibile di una vera mania incendiaria.

In Inghilterra l’incendio (arson) mostrerebbe avere il suo massimo assoluto circa ai 14 anni, poi declina fino a toccare il minimo fra 21 e 30; ulteriormente rialza in modo regolare fino ad un secondo massimo, assai inferiore al primo, al di là dei 60.

In Francia s’incontra del pari un massimo prima dei