Pagina:Statistica morale.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 6 ―

I.


L’opera del Guerry, per quel tanto che ne è finora pubblicato, si compone di un atlante con un’estesa introduzione storica. — Nell’atlante, che comprende 17 tavole, sono graficamente figurati per l’Inghilterra e per la Francia alcuni dei principali elementi della statistica morale, riguardanti la criminalità, il suicidio, l’istruzione elementare. — La I e la II tavola contemplano i crimini contro le persone; la III e la IV quelli contro la proprietà: a tenore della generale distinzione dei crimini adottata appunto dalla legislazione e dalla statistica francese. — Le otto tavole seguenti, dalla V alla XII inclusivamente, specificano, del pari per l’Inghilterra e la Francia, quattro fra i crimini più gravi o caratteristici della condizione morale, cioè l’omicidio nelle varie sue specie, lo stupro ed altri crimini di libidine, il furto domestico e l’appiccato incendio. — Le due che succedono, XIII e XIV, figurano l’istruzione nei due paesi. — La XV è relativa al suicidio. — La XVI ritrae l’influenza dell’età nella criminalità, ossia la varia propensione al crimine, o criminalità relativa secondo l’età. — Per ultimo la tavola XVII è destinata a fornire un saggio del modo col quale l’autore intende esprimere il sistema delle varie cause generali che influiscono nella criminalità.

Ciascuna tavola, dalla I alla XIII inclusiva, si compone:

1) Di una carta, di quelle che diconsi di diffusione, la quale rappresenta con un tratteggio e colori più o meno fitto la criminalità relativa per ciascuna delle 52 contee dell’Inghilterra e Galles, e degli 86 dipartimenti della Francia (senza Nizza e Savoja). — Ogni contea o dipartimento ha la propria gradazione di tinta, più o meno fosca