Pagina:Storia degli antichi popoli italiani - Vol. I.djvu/285

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

CAPO X. 225

la punica gelosia stava desta ed avvisata ad impedire, che Roma ed i suoi compagni non ampliassero i traffichi, nè avessero mai piena conoscenza dei fertili paesi dell’Africa. In quell’epoca stessa ritroviamo nella storia la società dei Rutuli ancor franca e potente1. Molto cautamente in vero vuol darsi fede agli annali de’ primi secoli di Roma; con tutto questo ella è credibilissima cosa, che le ricchezze vantate di Ardea fossero, come dice Livio, grande incentivo alla rapacità di Tarquinio nell’ultimo periodo della monarchia romana.


  1. Dionys. v. 62.