Pagina:Storia degli antichi popoli italiani - Vol. I.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
vi ai cortesi

nazioni del tempo antico. La somma importanza di sì elevato subbietto rende curiosa ogni idea destata, leggendo quest’opera, nella mente di uomini addestrati nell’arte critica, nella recondita erudizione, nelle astruse investigazioni. Giova quindi esporre in compendio i lor pensamenti per dare a questa edizione il maggior grado possibile di pubblica utilità.

Le notizie sull’Italia prima dei Romani, dice il Romagnosi, sono di gran momento non solo per gl’Italiani e per tutta Europa, ma eziandio decisive per la filosofia dell’incivilimento. Il romano imperio comprese quel tratto di globo che parve dalla natura chiamato a primeggiar sulle genti. Circonvallato dalle parti di oriente e mezzodì (verso i continenti asiatico e ed affricano sino al mare Cimmerio), dalla fossa interna del Mediterraneo; guarentito dalle montagne dell’Atlantico e del Libano; rinforzato dai deserti che ricingono queste fortificazioni, circoscritto nelle parti dell’Occidente e del Settentrione dai mari Atlantico e Baltico; intersecato internamente da naturali comunicazioni di mari, di laghi, di fiumi; favorito da una latitudine geografica scevera dagli estremi del caldo e del gelo;