Pagina:Storia della letteratura italiana - Tomo I.djvu/131

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



uno certamente de’ più dotti Scrittori dell’antichità: Filisto, dice egli108 , pare che più si accosti a Tucidide, e che ad esempio di lui abbia preso ad ornare il suo stile... Ma non è già ottimo l’ordine, con cui egli scrisse la Storia; anzi essa è oscura, e non leggesi senza difficoltà maggiore assai che non Tucidide. Quindi notati in lui alcuni difetti conchiude: Per altro nel descrivere le battaglie egli è miglior di Tucidide. Di Timeo diversi sono i pareri degli antichi Scrittori, de’ quali chi molto il loda, chi il biasima. Convien dunque dire, che a molte virtù uniti ancora avesse molti difetti. Deesi però attribuirgli a gran lode, ch’egli il primo introducesse nella Storia l’uso delle Olimpiadi, il quale ad accertare le Epoche arreca maraviglioso vantaggio. Quindi di lui dice a ragione Diodoro109 : Timæus in temporum notatione exquisitam adhibuit diligentiam110 . XXV. Le opere di tutti questi Scrittori sono infelicemente perite. Diodoro è il solo, che ci rimanga, e l’ultimo tragli Storici Siciliani antichi, perché vivuto al tempo di Cesare. Perciocché quanto a Temistogene, a cui M. de Burigny vorrebbe attribuire111 la Ritirata de’ dieci mila, che trovasi trall’opere di Senofonte, ella non è cosa né certa, né abbastanza probabile, ch’ei ne sia autore, e nella Raccolta di Opuscoli intitolata Varietés Litteraires leggesi112 una bella Dissertazione sul carattere e sull’opere di Senofonte, in cui si prova, che anche di quell’opera egli è l’autore. Or quanto a Diodoro, quaranta erano i libri di Storia, ch’egli avea scritti in lingua Greca, e in uno stile elegante e colto ad un


Oltre gli» Scrittori di Storia qui indicati alcuni altri ne troviam rarrrmentati in Suida, e lìngolarmenteun Ipi da Reggio , che a’ tempi , dice egli , delle guerre Perdane, ( e volle forfè dire ài quelle contro di Perfeo ) fa il primo a illustrare le cofe Siciliane, e cinque libri di Storia ne fcriffe, e ci iafeiò inuokre altri libri folle origini , oflia fu 1 primi abitatori d’Italia , folla Cronologia , fulle Storie de* Greci ec. , un Lieo, (1) Epift. ad Pomp, de pmip. &foricis* (2) Lib. V. fubt ini*. detto ancor Butera, parimenti da Reggio , padre del Tragico Licofirone [ che però in altro luogo dicefi da Suida figlio» folo adottivo di Lieo , 1 che viffe a’ tempi d* Aleffandro il Grande, e faifle le Storie della Libia e della Sicilia > e un Polo da Girgenti > che ei diede una Genealogia di tutti i Capitani , ch’eranoftati alla Guerra di Troja, e la Storia delle loro vicende. (5) Hift. de Sicil. T. I. p. (4) T. IV. p. 400.

  • Sv

Digitized by Google