Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/519

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

d e i   R a m i. 501

Si vede ancora in quella figura la maniera, con cui sporgono i gradini gli uni avanti agli altri dalla parte orientale.

XIX. B. La figura I. dà l’elevazione principale del tempio dalla parte orientale, che è la fletta, dell’altra dalla parte opposta: quella facciata del tempio è ancora intiera, e ben conservata a riserva della pietra della cornice nell’angolo della parte destra, e l’altra sotto del fregio.

Questo tempio dà un piacere estremo a guardarlo, e par che imponga per una certa aria di grandezza, e di maestà: le proporzioni generali sono bellissime, e benissimo s’accordano con i rapporti particolari dei differenti membri.

Forse qualcuno troverà, che questo tempio è di una proporzione troppo bassa; che le colonne sono troppo corte, ed il cornicione troppo pesante, ma deve riflettere, che essendo stato l’architetto tutto intento alla proporzione generale, che dar voleva al suo tempio, doveva risultarne l’aspetto dell’edifizio tale, quale noi lo vediamo: altrimenti giammai egli non farebbe riufciuto a dargli il gran carattere, che ha in effetto, se ne avesse allungate le colonne, fatto più leggero il cornicione, e più alto il frontone; mentre allora sarebbesi incontrato nelle proporzioni, che i Greci posteriori, e i Romani in appresso hanno dato all’ordine dorico, e che i moderni hanno seguito; proporzioni, che intanto ci sembrano da preferirsi, in quanto siamo più avvezzi a vederle: e perciò io sono di parere, che queste due differenti proporzioni debbano impiegarsi, e preferirsi l’una all’altra secondo il giudizio dell’architetto. Poichè il vero bello nell’architettura non consiste a trovare delle proporzioni più leggere a preferenza di quelle più pesanti; ma a seguire esttamente il sistema di proporzione, che si è giudicato a proposito di dare all’edifizio, e mettere un accordo perfetto fra le proporzioni generali, e le particolari di ciascun membro; ne avviene, che se si adotti un sistema di proporzione leggera, la massa totale essendo leggera, le colonne, i cornicioni, ed i frontoni saranno parimente di una proporzione leggera: ma se si adotti un sistema di proporzione più pesante, la massa totale essendo più pesante, le colonne, i cornicioni, ed i fron-


toni