Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/598

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
580 Indice


Messene in Sicilia, quando abbia mutato l’antico nome di Zancle II. 167. statue erette a un coro di giovani suoi cittadini, che si annegarono nel faro 169.

Metallo, bianco usato dagli antichi III. 226. distruzione dei monumenti di esso quando fatta in Roma 402. segg. quanti ne siano rimarti 407. Vedi Bronzo.

Metella Cecilia, suo sepolcro, ora detto Capo di Bove, e sua costruzione III 24. posseduto da varie famiglie romane nei bassi tempi 551. suoi travertini adoprati a farne calce, e ad altri usi 373. 384. 408. sua urna di marmo II. 369.

Metello, suo portico, e statue da lui trasportatevi dalla Grecia II. 239. 289. 309. tempj, che v’erano, di quale ordine fossero III 55. 58. vi lavorarono Sauro e Batraco ivi, I. xvij.

Metope, loro origine, e materia III. 47. segg. 97. loro ornati 99.

Metrodoro filosofo, e pittore, sue opere II. 282.

Micciade scultore II. 167.

Micone pittore, e scultore 262.

Micone statuario 262.

Mila in Sicilia, quando fondata II. 10.

Milasso, vedi Tempio d’Augusto .

Mileto, quando rovinata dai Persiani II. 176.

Milone crotoniate, sua epoca, e statua a lui eretta II. 165.

Milton, suo poema poco buono da trarne soggetti per la pittura 57.

Milziade, vedi Temistocle.

Minerva, vedi Pallade.

Minio, usato da varie nazioni per colorir le statue delle deità 32. nei colori della pittura II. 74.

Mirone scultore, e statuario, sua epoca, stile, e opere II. 106. 108. 208. segg. lavorò principalmente in bronzo, ma anche in marmo, e in legno 109. segg. I. 26. III. 452. sua maestria nella musculatura I. 508. sua famosa vacca 587. altre quattro vacche, forse copie della precedente, nel Tempio d’Apollo Palatino ivi, II. 208. suo cane I. 387. suo famoso Discobolo in bronzo, descritto da Luciano, e copie, che se ne hanno II. 211. III. 451. sua statua di Lada vincitore al corso, come rappresentata 452. fece statue con orecchie da Pancraziaste I. 376. altri hanno portato il di lui nome III. 452.

Mis cisellatore II. 319.

Miseno armigero di Ettore, in che si distinguesse II. 206. 208.

Misuratori di edifizj pubblici, e privati, diversi dagli architetti, e dai muratori, e anticamente facevano collegio III. 264.

Mitra, deità persiana, suoi simboli, monumenti, e quando portata in Italia 155. seg.

Mitra, significa anche una cintura 410.

Mitridate ultimo re di Ponto, vaso di bronzo da lui regalato ad un ginnasio, o palestra II. 283. III. 192. Vedi Iscrizioni greche. Due mila tazze di pietra dura intagliate, che aveva, portate a Roma da Pompeo I. 34.

Mnesarco incisore di gemme etrusco 172.

Mocchi scultore, sua statua della Veronica in s. Pietro come difettosa 409.

Modello delle statue, vedi Creta, Lisistrato, Statue. Si vestivano dagli artisti con vesti di seta, facendo figure panneggiate 400.

Modio portato in capo da varie deità 304. III.

Modulo, quanto sia III 110. come diviso 485.

Moine le, statua equestre in bronzo fatta da lui a Bourdeaux, e come II. 34.

Monaci, dove abbiano avuto principio, e numero grande in Egitto 69. in Roma ne’ bassi tempi III. 407. chiese loro poco illuminate, e perchè 71.

Moneta, perchè detta pecunia II. 93. animali rappresentativi ne’ primi tempi ivi.

Monete, loro importanza II. 49. da una parte incavate, e dall’altra rilevate, e perchè ivi, 91 indorate, e inargentate, perchè 50. Vedi Ponzoni. Quando siasi cominciato a fare i punti, o globetti alla estremità delle afte delle lettere, che vi sono III. 197.

— di provincie, e di città, d’Adria III 423. d’Alessandria d’Egitto II. 269. d’Aquino I. 210. d’Atene II. 93. 184. 269. dei Bruzj III. 441. 465. di Bussenzio I. 164. di Caleno 210. della Campania II. 90. di Capua ivi, III. 216. di Caulonia II. 90. III. 192. di Coo I. 102. di Corfù ivi, di Cossura, ora Pantellaria 101. di Crotone 102. 142. III. 492. di Cuma I. 210. degli Ebrei I. 150. degli Egiei III. 40. di Egina II. 184. degli Egiziani I. 141. al tempo dei Tolomei, e de’ Romani 93. 141. 326. III. 493, degli Eleusj 469. d’Eraclea I. 102. degli Etruschi I. 191. dei Fenicj coniate in Sicilia, Malta, e Spagna 145. 148. di Gela II. 91. di Gnosso I. 308. d’Isernia 186. di Lenno 186. di Leonzio II. 93. 275. di Lipari I. 186. di Literno 210. di Locri II. 247. III. 463. di Malta I. 100. dei Mamertini III. 465. di Messene II. 93. di Metaponto I. 319. 326. 371. di Mirina 325. di Napoli 210. di Nasso 176. II. 118. III. 301. di Persia I. 151. di Pompeja III. 446. di Posidonia 445. 474. II. 90. di Roma 148. I. 186. 342. di Samo 194. di Samosata, detta poi Comagene II. 294. di Sardi I. 194. di Segeste II. 93. di Sibari II. 90. di Siracusa 93. 275. I. 102. 371. 390. III. 439. 441. 446. 493. di Sirino I. 164. dei Soluntini III. 460. di Suessano I. 210. della Tessaglia III. 446. di Tiano I. 210. 212. III. 216. di Tiro 471. di Tralli II. 225. di Velia I. 97. 102. 317. 387. 493

— di sovrani, e di altri, d’Alessandro Severo 334. di Antigono I. v. 194. III. 418.


II. 315