Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/603

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

delle Materie 585

Peleo, celebrità del suo nome 190. in una gemma in atto di lavarsi i capelli, e di consecrarli al nume sperchio 166. 189. 203. III. 424. sue nozze con Teti rappresentate nei monumenti I. 171. II. 55. salvaco da Psiche, in un carneo 26.

Pelope, sua biga coi cavalli alati sull’arca di Cipselo III. 468. seg.

Penati, vedi Lari.

Pendolo, usato dagli Arabi prima di Galileo II. 281.

Penna da scrivere quando cominciasse ad usarsi III. 194. errore dei moderni artisti nel farla alle figure degli antichi ivi. Vedi Scrivere.

Peperino usato in Roma, per qual uso, e da qual tempo 30 II. 154. III. 22. sue cave: antiche, e moderne, e di qual natura sia 21. II. 159. seg. grandi fabbriche fattene III. 24. colonne di esso si rivestivano di stucco 15.

Peplo, qual sorte di veste sia 415.

Pergamena per scrivere, quando inventata II. 279. vi si dipingeva anche sopra 8. 80. 350.

Pergamo, suoi re protettori delle arti II. 278. diedero forse i primi comodo di libri al pubblico ivi, distrutta dal re Filippo 174. Vedi Soso.

Pericle, fece fiorire le arti in Atene, e fabbriche da lui erette II. 188. seg. III. 122. I28. 475. suoi figli II. 196. Vedi Fidia, Greci, Odeo, Partenione.

Perone, specie di stivaletto proprio de’ pastori, e contadini, quale si vede nelle figure antiche 459.

Perseo, inventò il disco III. 452. con Andromeda in carneo II. 30. Vedi Dioscoride.

Perseo ultimo re della Macedonia, sconfitto dai Romani II. 160. 286.

Persepoli, antichità delle sue fabbriche III. 181. Vedi Cambise, Persiani .

Persiani, loro maniera di pensare, e di esprimersi 54. arti 150. 157. gemme 151. abiti 153. 444. scarpe gialle 425. arazzi, o tapeti intessuti di figure a oro, o dipinti 154. religione 155. lusso 157. artisti egiziani, che lavorarono alle regie di Susi, e di Persepoli 157. sconfitti dai Greci, e loro immagini rappresentate a reggere un portico a Sparta in guisa di Telamoni, o Cariatidi II. 180. Vedi Serse.

Persio poeta, sua pretesa immagine II. 353.

Peruzzi Baldassare, sua pittura in una volta del palazzo Farnese 404.

Pesi grandi, maniera di alzarli III. 123. seg. 489. Vedi Piramidi, Tempio di Diana Efesina, Timpano, Zabaglia, Sisto V.

Peste, danni, che fa in Roma varie Volte III. 289. 311.

Pesto, vedi Posidonia.

Peto, vedi Arria.

Petrarca Francesco, suo amore per le antichità, sua raccolta di medaglie in oro, e argento III. 368. seg. sua esortazione a Cola di Rienzo contro quelli, che spogliavano Roma di monumenti per venderli ai forestieri 363. sue lettere a tre Sommi Pontefici in Avignone, nelle quali espone lo stato delle chiese, e fabbriche di Roma 366. segg. relazione, che da del tenerroto avvenuto in quella città al suo tempo 365.

Petto nelle figure virili, e feminili 384. Vedi Mammelle.

Piagi Antonio, sua invenzione per isvolgere i papiri d’Ercolano III. 195. 197.

Pianete sacerdotali antiche, loro forma 417.

Piede, misura, romano, parigino, inglese, napolitano, e loro rapporti III. 9. 108. seg. dagli antichi si pigliava per norma di tutte le grandezze il piede umano I 550. si considerava per la sesta parte del corpo, e serviva per misurare le loro opere 351. III. 51. 240. Vedi Proporzioni.

Piedi, e ginocchia, loro bella forma 382. seg. congetture dei fisionomisti intorno ai primi 383. ornamenti, che vi portavano le donne 425. Vedi Calzari.

Piedistallo delle colonne, se sia proprio dell’ordine jonico III. 494. Vedi Stilobata.

Pieghe, vedi Vesti.

Pietre di varie qualità usate dagli Egiziani per li monumenti dell’arte 126. adoprate nelle fabbriche di Roma, e di altri luoghi III. 19. segg. quadrate, come s’intendano 27. loro squadratura 50. adoprate così dai Greci, e da qual tempo ivi, 128. 475. e dagli Italiani ivi, anche senza calce 30. a forma di conio usate per gli archi, e da qual tempo 32. seg. 484. e anche per l’esterno dei muri, e delle colonne 44. Vedi Marmo, Spranghe, Vulcani.

Pietro da Cortona pittore, suo stile, e di quale scuola 205.

Pigmalione, sua favola d’onde nata 189.

Pilastri triangolari III. 90. 169.

Pileo frigio, e calzoni lunghi sono indizio di deità straniera 155. forma di esso III. 418. dato ad Ulisse da Nicomaco, e poi da altri ivi, forse per allusione ai suoi viaggi per mare 232.

Pincio senatore, suo palazzo quando rovinato III 273.

Pindaro, quando nascesse II. 214. onorato dagli Ateniesi con una dama, e perchè I. 250. Vedi Vulcano.

Pinna marina, che sia, dove si trovi, e abiti, che se ne facevano 399.

Pio V. Papa s., statue, che donò al Museo Capitolino III. 379.

Pio VI. Papa, suo Museo Pio Clementino III. 379. obelisco da lui fatto erigere 383.

Piombo, statue fatte di esso 41. usato per saldare, e per fermare i perni II. 23. III. 401. Vedi Tallo.

Pippino re di Francia libera Roma dai Lon-