Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/608

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
590 Indice

Egiziani, Imperatori, Pianete.

Sacrifizj, maniera di mettersi la toga quando si sacrificava 444. seg. Vedi Animali, Imperatori, Incenso, Servio.

Salamina, vittoria riportatavi dai Greci, e Rie conseguenze per le arti II. 178. seg. come rappresentata in un portico a Sparta 180.

Saldature, come si facessero dagli antichi II. 35. seg.

Sallustio, statue trovate nei suoi orti II. 364. seg. suo palazzo incendiato dai Goti III. 269. 303.

Salonina Giulia, suo medaglione 424.

Salvadenajo, due di essi in bronzo a modo di busti con una ciocca di capelli sopra una tempia come Arpocrate 104.

Salvatore Gesù Cristo, quando nato II. 282. sue immagini fatte dai moderni artisti I. 311. quali idee dovrebbero aversi presenti nel farle ivi, statua erettagli in bronzo misto d’oro, e d’argento nella città di Paneade, distrutta poi da Giuliano l’apostata II. 354.

Sangallo il vecchio architetto, suoi ornati al palazzo Farnese imitati dalle Terme di Diocleziano III. 91. suoi dilegui di antiche fabbriche 32. 42. 123.

Sanniti, usavano vesti di lino 398. arti presso di essi 208. non aveano marmi bianchi 237.

Sansovino, sua eccellenza nella scultura II. 139. suoi bassirilievi con ornati belli, e figure mediocri 98.

Sante Bastoli, e Francesco suo figlio, loro disegni II. 53. 399. III. 63.

Sanzio, vedi Raffaello.

Saraceni, saccheggiano Siracusa, e ne portano via i metalli portativi dall’imperator Costante II. da Roma III. 313. saccheggiano in Roma le chiese di san Pietro, e di san Paolo 317. seg. Vedi Rodi.

Sardanapalo, sua statua ad Anchiale, e atteggiamento di essa II. 42. varj re d’Assiria hanno portato quello nome, e differenza dei loro costumi 102. III. 253. 511. Vedi Bacco.

Sardegna, vedi Soldati.

Sardi, città persiana distrutta dai Greci II. 177. Vedi Monete.

Sarpedone figlio di Giove, sua statua, in cui si conoscevano le forme del padre 305.

Sarug, se sia stato il primo ad alzare statue per premio 150.

Satelliti, come si rappresentassero nei monumenti II. 343.

Satiri, e Fauni, di qual nazione siano proprj 292. loro grazia II. 119. colla coda di cavallo, o come quella delle capre I. 213. Vedi Capelli, Fauni, Naso, Prassitele.

Satino incisore in gemme II. 266.

Saturno, rappresentato col capo mezzo coperto 445. suo culto quando introdotto in Egitto 13. seg.

Savelli famiglia romana, fabbriche antiche da essa occupate III. 331. seg.

Sauro e Batraco, loro opere, e simbolo del loro nome xxvij. III. 56. seg. Vedi Ranocchia.

Scale, loro forma nei tempj antichi, e nelle case III. 80.

Scalini, varie forme di essi usate dagli antichi III. 81. seg. 494.

Scanalature alle colonne, quanto antiche III. 43. usate nel tempio di Salomone ivi, 159. loro forma, e numero divello nell’ordine dorico, jonico, e corintio 51. 111. seg. 119. come siano grandi nelle colonne del Tempio di Giove Olimpico a Girgenti ivi, in qual numero a quelle di Persepoli I. 157. opinione intorno alla loro origine dagli obelischi III. 169. con bastoncelli in mezzo quando abbiano cominciato 89. 246.

Scapus, che significhi II. 198. III. 54.

Scarabeo, o scarafaggio, venerato dagli Egiziani, e si vede nei loro monumenti 14. seg. rappresentato anche nella parte di sotto, o convenga delle gemme etrusche, e perchè 15. III. 449. verde, tenuto avanti dagl’incisori in gemme, e perchè ivi.

Scarpe, vedi Battalo, Calzati, Tibicini.

Scarpello, vedi Statue.

Scauro Marco, monumenti, che portò a Roma da Sidone II. 288. Vedi Teatro.

Scettici filosofi, loro osservazioni sugli occhi, e su i colori 267.

Schelmide scultore II. 165.

Schiave, vedi Capelli.

Schiavi, come rappresentati in atto di presentarsi ad un imperatore 340. Vedi Re, Pedagogo.

Scilla scultore II. 139.

Scillide, vedi Dipeno.

Scilocco, suoi cattivi influssi 51. III. 36.

Scimie, varie sorti di esse 88. come si debba intendere Plinio, che si calzassero le scarpe di certi cacciatori 448. Vedi Cercopiteco, Cinocefalo, Eumaco, Pitecusa.

Scio, vi furono scultori fin dal principio delle olimpiadi 31.

Scipione Barbato, sua urna sepolcrale in peperino II. 309. III. 46. 112. iscrizione, che vi è sopra, da cui rilevansi i paesi, che conquistò a Roma, e tra gli altri Posidonia, o Pesto 490. Vedi Iscrizioni.

Scipione Lucio Cornelio figlio del Barbato, iscrizione in peperino, che contiene il suo elogio II 146. III. 21.

Scipione Africano il maggiore, sua villa, bagno, e sepolcro a Literno II. 306. III. 73. monumenti da lui eretti in Roma II. 157. seg. sue teste 306. seg. rappresentato in una pittura d’Ercolano con Massinissa, e Sofonisba 147. 308. suo preteso clipeo d’argento 306. 309.

Scipione Africano il minore, detto Emiliano perchè adottato da Paolo Emilio II. 306. seg.


II. 315