Pagina:Storia di Milano I.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


S T O R I A

D I   M I L A N O




CAPO PRIMO


Antichità di Milano sino alla devastazione

di Attila seguíta nell’anno 452.

L’origine di una città antica si perde comunemente nella oscurità de’ tempi favolosi, e ascende sino a que’ rimoti secoli dai quali a noi non è trapassato monumento alcuno, e perciò debbono considerarsi come secoli isolati e inaccessibili alla nostra curiosità. Tale si è la fondazione della città di Milano, di cui Plinio, Giustino e Livio fanno menzione, con autorità però sempre dubbia; perchè trattasi di un avvenimento accaduto più secoli prima che questi autori scrivessero, e presso di un popolo che probabilmente ignorava persino l’arte della scrittura con cui passare a’ posteri la notizia de’ fatti. Conviene però queste opinioni conoscerle, e brevemente esaminarle, per separare dalla massa delle tradizioni quella porzione che sia più credibile.

Gli scrittori latini concordemente fanno discendere gli abitatori dell’Insubria dai Galli, che superate le Alpi si collocarono in questa pianura; e perciò quella che oggidì chiamasi Lombardia, dai Romani ebbe il nome di Gallia Cisalpina. Questa generale opinione degli antichi viene con-

     Verri. Stor. Mil. T. I.