Pagina:Studi storici sul centro di Firenze 1889.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 15 —
V. Tutti gli oggetti di qualche importanza storica, artistica ed archeologica che si ritroveranno nei lavori, dovranno a cura della Commissione, dell’Ufficio tecnico e della Polizia municipale, essere preservati dalla dispersione o dai danni di qualunque genere e trasportati nelle località che saranno opportunamente determinate. Nel novero di questi oggetti s’intendono compresi i seguenti: sculture, pitture, terrecotte, stemmi, imprese, segni, iscrizioni, fregi, pietrami lavorati di porte, finestre, lavabi, camini e vasi antichi, oggetti di metallo e di terracotta, monete, utensili ed oggetti vari d’interesse archeologico ecc.
VI. Gli oggetti di qualche importanza, saranno secondo il caso fotografati o disegnati per figurare in una particolare raccolta, o in una speciale pubblicazione colla quale si illustrerà il Centro di Firenze.
VII. Di tutti gli edifizi antichi, si faranno accurate piante nelle quali si terrà conto dei vecchi muri, delle tracce di costruzioni anteriori, delle vie, delle piazze, delle corti e dei chiassi oggi non più esistenti.

Quando vi sia ragione, si faranno pure disegni di alzati, spaccati, ecc. delle fabbriche più importanti e degli edifizi storici da demolirsi.

Antonino Artimini.