Pagina:Sul bilancio delle consumazioni colle produzioni.djvu/3

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
238

sono altrettanto più sicuri. Ciò non ostante sì meritata è la celebrità del nome del sig. de Sismondi, cotanto sono le intenzioni sue commendevoli, che sarebbe mancare ai riguardi che gli sono dovuti, il lasciare senza risposta un articolo suscettibilissimo, a parer mio, d’essere combattuto, e relativo ad una materia cui egli da a buon diritto tanta importanza. Ricardo più non esiste. I filantropi di tutti i paesi che attualmente costituiscono una sola nazione per lungo tempo il piangeranno. Questo sentimento e l’amicizia che a lui particolarmente mi legava, m’impongono il dovere di difenderlo contro un attacco che ci è comune, ma lo farò senza dimenticare l’amicizia che mi unisce anche al suo illustre avversario, cui il pubblico era debitore di molte opere portanti tutte l’impronto di una utilità generale, e particolarmente di una storia dei Francesi, in cui i fatti sono attinti alla loro sorgente, ed in cui alla loro giusta proporzione ridotti vengono que’ personaggi storici, che i nostri vecchj libri non ci dipingono che con colori di convenzione.

Entro in materia. Considerando le società umane da un punto molto elevato, noi le vediamo come formicolaj, gl’individui dei quali si agitano in ogni senso per procacciarsi gli oggetti de’ loro bisogni e dei loro desiderj. Più moto eglino si danno, più estendono la sfera delle loro ricerche, e meglio provvisti si trovano delle cose che loro sono necessarie o soltanto piacevoli. Fin qui è facile concepirsi, che essere vi può qualche inconveniente a porre dei limiti alla loro industria, ma che non ve n’ha a portarla il più lontano possibile; poichè non si vede