Pagina:Tebaldo e Isolina.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO PRIMO


SCENA PRIMA

Sala dei Cavalieri nel Palazzo d’Altemburgo. Le armature, i trofei, le insegne che all’intorno si veggono appese sono intrecciate di ghirlande d’alloro, di mirti, e di fiori con analoghe iscrizioni disposte in vago ordine.

Cavalieri, Congiunti, Amici dei Tromberga; i primari vassalli attendono Ermanno; egli comparisce con Geroldo, Clemenza, e varie giovani Damigelle con corone d’alloro. I Cavalieri, e gli altri abbracciano Ermanno, i vassalli s’inchinano, offrono i loro doni, li scudieri alzano e slegano emblemi: Clemenza gli porge la corona di alloro, e di mirto: l’azione s’eseguisce durante il seguente.


Coro

Da’ tuoi figli, dagli amici,
     Da’ vassalli tuoi felici,
     Voti, omaggi, affetti, onori
     Deh! tu accogli in sì bel dì.
5Cle.All’eroe, che degli allori
     Sotto i serti incanutì.....
Ger.Al miglior dei genitori,
     Che pei figli amor sentì.....
col CoroAd Ermanno tutti i cuori
     10Han sacrato un sì bel dì.
Erm.Dopo barbare vicende,
     Dalle pugne, dai perigli,
     Alla Patria, al sen dei figli
     E’ pur dolce il ritornar!