Pagina:Terremoto di Cagli, 1781.pdf/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

notabilmente patito. Mercatello e tutti gli annessi Castelli ànno sofferto del danno. Appecchio però non lascia vedere che vestigia di diroccate Abitazioni colla morte di più Persone.

Da ciò si rileva, che tutta quasi la Legazione di Urbino è in un tratto divenuta il teatro del terrore, del pianto, e della desolazione: Poichè’, sebbene dalle marittime Città di Sinigaglia e di Pesaro non siensi sofferti i danni sopraccennati, pure la violenza, e molto più la lunga durata delle replicate scosse di Tremuoto fattesi in quelle contemporaneamente sentire, la caduta di molti cammini, e le fessure benchè piccole cagionate nelle volte, nelle soffitte, e nelle muraglie di diverse Chiese, Case, e Palazzi ànno sbigottito talmente gli animi degli Abitanti, che ad ogni leggiero movimento tremano dalla paura.

Non àvvi memoria, che in S. Marino siasi mai fatto sentire il Tremuoto, e pure in questa occasione (tanto è stato veemente!) è riuscito, come in S. Leo, sensibilissimo.




Terremoto di Cagli, 1781 (page 4 crop).jpg






IN PESARO. IN CASA GAVELLI.

Con Licenza de' Superiori.