Pagina:Torriani - Serate d'inverno, Madella, 1914.djvu/224

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 220 —


A quella minaccia, il delirio della paura mi invase; non pensai più che a salvarmi da quell'amplesso a qualunque costo. M'arrampicai al piedestallo d'una Pandora di sasso, salii sul suo cornucopio, e da quell'altezza spiccai un salto disperato al disopra del muro di cinta, che separava il giardino dalla strada.

E caddi come corpo morto cade.

Fine.