Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) VI.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
66 EURIPIDE


ermione
Strofe
A ihe giova il mio petto nascondere fra i veli?
È chiaro a tutti, è manifesto il male
ch’io feci al mio consorte, non tale è che si celi.
nutrice
Smani perché tramasti la morte alla rivale?
ermione
Antistrofe
Piango gli eccessi della mia tracotanza infesta.
Maledetta fra gli uomini
io, maledetta sono.
nutrice
Del fallo tuo lo sposo t’accorderà perdono.
ermione
Perché di man togliermi il ferro? Rendilo,
rendilo, cara, a me: con questo braccio
vo’ piantarmelo in seno.
Perché mi vieti ch’io m’appenda a un laccio?
nutrice
Lasciarti a morte, e il senno tuo vien meno?