Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/191

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Militie Germaniche Aussigliarie, che l’anno 1669 andorono in Candia. [Ordine di Militia rimarcabile.] E certo fù bella curiosità il vedere le Genti in particolare di Brunsvich al numero di tre milla, e più, tutto fiore di Gioventù, e benissimo all’ordine marciar sotto la direttione de’ Capi, e loro Insegne al concerto di Flauti, Piffari, e Tromboni, come in trionfo. [Convoglio di Morte.] Ma poi l’anno dietro 1670. che ritornorono, si viddero con Tamburi scordati, Bandiere à terra, e Pive nel Sacco, per il Trionfo di Morte, che conducevano del lor General’ estinto di Bomba, sopra Carro di gramaglia à sei Cavalli bianchi, precedendo, e seguitando il residuo de’ Soldati in numero a pena di 600. Tali sono i frutti, che nascono dalla Guerra.

[Cosa notabile dell’ungersi le Porte, e Case in Trento.] Passano anche per Trento Pellegrini, e Questuanti stranieri in sì gran numero, che quest’anno 1671. se n’è quasi notata ogni giorno una Ciurmaglia. Et è avvenuto, che nel Mese di Luglio certi, non sò, se Briganti, ò Pellegrini son’ andati ungendo le Porte, e Muri delle Case con certo empiastro creduto habile à causar la Peste; e ciò han fatto non solo à Trento: ma nelle Città quasi tutte di Lombardia, e resto d’Italia. [Magistrato di Trento e suo rigore.] Che però al sentor’ havutosi da Verona, il Trentino Magistrato co’l consiglio de’ Medici primarij di Città, hà sùbitamente provisto al disordine con lo sfratto di Costoro, e co’l far radere da’ muri, e sepelir’ in terra tal Untione,