Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/562

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
558 Trento.

rare, Reliquie: ma non s’espongono per mancanza d’Autentiche. La Sacristia è ricca di Paramenti all’antica con fondo d’oro, e pretioso ricamo. [Rarità notabili nella Chiesa di Campei.] E Chiesa antichissima di fondatione: se ben il Volto maggiore, che tende al Gotico mostra solo l’anno 1507. non sò, se all’hora fatto, ò ristorato. A traverscio del Tempio per rarità pende in aria un' Ovo di Struzzo, & un certo Pesce in globo mostruoso, che infettava co’l’halito, e fù ucciso in uno de’ Laghi sopra Campei da un Pastore, qual’hebbe perciò à lasciarvi la vita. Sù’l Muro à destra in entrando per la gran Porta vedesi dipinta un’Imagine assai bella di M.V. co’l Bambino in braccio, e sotto il Distico:

Sponsa fui intacta, & Veneris sum nescia Mater;
Sum Virgo, & peperi: Spiritus almus erat.

Alla Chiesa stà annesso il Chiostro, ò Hospitale, dove albergavano i Poveri Passeggieri sotto la cura, à quel che intesi, de’ Religiosi dell’Ordine, detti, Fate ben, Fratelli. Hora il Luogo, che, già tempo fiorì in lustro, e Hospitalità, benche per altro ricco di rendite, si vede scaduto. Porta titolo di Priorato in testa hoggi del Baron Guglielmo di Fistemberg. Vi si mantiene Messa le Feste, e tre volte l’anno, cioè in Pentecoste, nell’Assontione della Madonna, e à S. Bartolomeo si dispensa Pane, e Formaggio à quanti concorrono; nel qual giorno, ch’è Titolare, v’interviene il Vice Paroco della Pieve per le funtioni di Chiesa: & il Sindico, e Consiglieri della Valle per ogni buon’ordine. E Campei