Pagina:Varchi - Sonetti.pdf/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

vi.

miserie passate suole arrecarne diletto, non ho voluto non indirizzarle alcuni Sonetti composti da me in quel modo, che me gli dettava il grandissimo, e giustissimo dolore nella Villa del Poggio, sopra il dolorosissimo, e pericolosissimo accidente dell’Illustriss., ed Eccellentis. Duca, Signore, e Padron mio Osservandissimo, pregandola, che per sua benignità voglia non alla picciolezza del dono, ma alla grandezza della affezione del donatore risguardare.



Di Fiorenza il giorno di San Simone 1563.