Pagina:Varon milanes.djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

37
Pion formag Voce, con la quale vanno gridando quelli che vendono il cascio per Milano.
Piscinin Piccolo.
Pisorà Dormir leggiermente.
Pita Gallina la qual a scossi i pulcini.
Pitima Spilorchio, e che cerca conto d’ogni cosa ancorchè minutissima.
Piton   )
Pitoch )
Un che cerchi elemosina, e non voglia procacciarsi il vitto con il lavorare.
Pivion Colombo.
Pizà Levar con destrezza.
Pogià Appoggiare, e per il più dare, battere.
Polpett Composizione fatta di carne battuta in forma di pomo.
Poltìa Frode, inganno.
Poltron Infingardo, da poco.
Poncion stà in poncion Star sul grande, sul tilato, ed in parata.
Poresitt Polcini di gallina.
Precascin Astuto, e diligente.
Pressa Fretta.
Q
Quatà Coprire.
R
Ragià Pianger forte.
Ragolzà Alzarsi la veste intorno, acciò riesca più corta, per non imbrattarla.

C 3 Ran-