Pagina:Varon milanes.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
38
Rangognà Gridare, lamentarsi con voce bassa.
Ransc, Ranscì Rancio, divenir rancio.
Ransc, el sà dal ransc Rancio, ha odor di rancio.
Rasa, ò che rasa Astuzia, Finzione.
Rasà el vassel Empir il vasello in modo che non ve ne manchi pur una gocciola.
Raspegon Un che cerchi di tirar ogni cosa a se.
Rat Sorzo, animaletto noto.
Ravanel Radice assai nota, per Metafora poco saggio.
Rebuscà Recuperare.
Refess, cavà on refess Un sopraguadagno, cavarne un sopraguadagno.
Refond Battere, e ripercuotere, essendo prima percosso.
Regata, à regata A gara.
Regond Rotondo.
Remolaz Radice assai nota.
Repetà Brillare, trar de’ piedi, ma è proprio delle anguille nel suo frequente moto.
Rescìass tut in don grop Rannichiarsi.
Rescìaa Rannichiato.
Resegà i legn Tagliar i legni con la sega.
Resegass à fà quai cossa Arrischiarsi a far qualche cosa.
Resià Resicare: o per traslato chi trova a dir sopra qualunque difettuccio.

Rin-