Pagina:Verga - Don Candeloro e C., 1894.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Le marionette parlanti 41

si conoscono appunto al perdono delle offese. Se mi prometti di non tornar da capo, ti piglio di nuovo in Compagnia, a quindici lire il mese, alloggio e vitto compreso.

— Sia pure, — rispose Martino che moriva di fame. — Lo fo per amor della Violante, che un giorno o l’altro deve esser mia moglie e legittima sposa. Ma intendiamoci, vossignoria, che non son più un ragazzo!... e se tornate a giocar di mano o a farmi patir la fame, ci guastiamo per l’ultima volta, com’è vero Dio!



Si rappattumarono anche colla Violante, per intromissione del babbo, il quale però prescrisse che dormissero lontani l’uno dall’altra, in omaggio al buon costume, finchè fossero stati marito e moglie. Messosi così l’animo in pace, tornò agli amici e all’osteria, ora che al resto badavano gli altri. Nondimeno capitava spesso di dover sospendere le rappresentazioni per due settimane o tre a causa della Violante, la quale era costretta a tornare di tanto in tanto all’Ospizio di Maternità. Il fidanzato allora vo-