Pagina:Verginia.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

P R I M O. 10


          ●Re.Arme, non sposa vo seguire: ●la sposa
     Non impedisce armarti & stare in sella.
     Prin. ●Re.Non è di Regal sangue: ●è virtuosa.
     Prin. ●Re.Nobil non è: ●ell’è casta, & è bella.
     Prin. ●Re.Mia casa infamo: ●tanto è gloriosa.
     Che non bisogna aggiunger gloria a quella:
     Prin. ●Re.Dota non ha: ●da me la dota havrai:
     Prin. ●Re.Mai non consento: ●sì consentirai:

Principe replicar piu non bisogna
     Ch’ogni tuo replicare è fumo al vento,
     Voi tu ch’io che son Re resti in vergogna?
     Che a lei rompa la fede el sacramento?
     Che m’ha data la vita? el tuo cor sogna,
     Se fuggir cerchi el mio comandamento:
     Prin.Servo tuo son & sforza mi puoi tu
     O Re, ma lieto non saro mai più.

Re.Sì sarai, fa venir l’alta Regina
     E regalmente Virginia adobbata.
     El Vescovo, e un notar di disciplina.
     Ch’io vo dinanti me sia lei sposata.
     Fa Sescalco una cena peregrina
     Una mensa regal sia apparecchiata,
     Se sorte, o povertate alcuno stratia,
     Venga hoggi a me ch’a tutti farò gratia:

Di tutte queste mie parole note
     Sarai fedele scriba uno instrumento


B      ij