Pagina:Versi di Giuseppe Giusti.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

rassegnazione e proponimento di cambiar vita. 5

Amica mi sarà la sagrestia,
     La toga, durlindana, e il Presidente;
     Sarò un eletto, e dignitosamente
                                        60Farò la spia.

Subito mi faranno cavaliere,
     Mi troverò lisciato e salutato,
     E si può dare ancor che sia creato
                                        64Gonfaloniere.

Allora, ventre mio, fatti capanna;
     Manderò chi mi burla in gattabuia:
     Dunque s’intuoni agli asini alleluia,
                                        68Gloria ed osanna.