Pagina:Versi di Giuseppe Giusti.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21

LA FIDUCIA IN DIO,

STATUA DI BARTOLINI.


Come dicesse a Dio: d’altro non calme.
Dante, Purg.

Quasi obliando la corporea salma,
    Rapita in Quei che volentier perdona,
    Sulle ginocchia il bel corpo abbandona
    4Soavemente, e l’una e l’altra palma.

Un dolor stanco, una celeste calma
    Le appar diffusa in tutta la persona,
    Ma nella fronte che con Dio ragiona
    8Balena l’immortal raggio dell’alma;

E par che dica: se ogni dolce cosa
    M’inganna, e al tempo che sperai sereno
    11Fuggir mi sento la vita affannosa,

Signor, fidando, al tuo paterno seno
    L’anima mia ricorre, e si riposa
    14In un affetto che non è terreno.