Pagina:Versi di Giuseppe Giusti.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



E s’aboliscono
     Senza giudizio
     La corda, il boia,
     E il Sant’Uffizio.

Il vecchio all’ultimo,
     Saldando ai Frati
     Quei po’ di debito
     De’ suoi peccati,

I figli poveri
     Lasciava, e pio
     Mettea le rendite
     In man di Dio.

Oggi ripiantano
     L’a ufo in Cielo,
     E a’ pescivendoli
     Torna il Vangelo.

E se il Pontefice
     Fu Roma e Toma,
     Or non dev’essere
     Nemmanco Roma:

E si scavizzola,
     Si stilla tanto,
     Che adesso un Chimico
     Rovina un Santo.

Prima il Battesimo
     Ci dava i re,
     In oggi il popolo
     Gli unge da sè;

E se pretendono
     Far da padrone
     Colle teoriche
     Del re leone,