Pagina:Vittorio Adami, Varenna e Monte di Varenna (1927).djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

le più antiche notizie 7

sca nei nomi con suffisso in enna come Chiavenna, Ravenna, Scultenna Vibenna Porsenna1.

Se l’opinione del Pais fosse la vera si potrebbe credere che anche la nostra Varenna abbia avuto origine etrusca2.

Qualunque sia, tra le varie opinioni, la vera origine del nostro borgo, osserveremo che esistono in Italia altre località che portano questo nome tra cui una frazione di Pegli ed un torrente vicino; un’altra Varena esiste nel Trentino, e Varena si chiama anche una frazione del comune di Londa, provincia di Firenze.

Aggiungeremo che il casato Varenna non lo troviamo mai in Varenna, ma già anticamente a Monza e più tardi in Locarno.

Riprendendo il filo delle vicende storiche del nostro paese dobbiamo confessare che, dopo la menzione che di Varenna fa il diacono Grato nel suo testamento, le nostre modeste, ma assidue ricerche non ci hanno consentito di trovare nominata Varenna che dopo quasi tre secoli, e cioè all’epoca della guerra tra Milano e Como descritta dall’anonimo Cumano.

Solo in un’antica tradizione è ricordata Varenna al tempo dei Longobardi. La leggenda, riferita dal Boldoni nel suo Larius vorrebbe che la famosa regina Teodolinda passasse gli ultimi suoi anni a Perledo, dove avrebbe fatto costruire la chiesa di S. Martino con l’antico campanile in forma di torre, ed il castello di Vezio.

Fra gli scrittori moderni il Cantù e l’Arrigoni riferiscono pure questa popolare leggenda, che è dichiarata dal Frisi senza alcun fondamento.

E qui sorge una grossa questione per la quale si accapigliarono gli storici milanesi, comaschi e bergamaschi e che, data la scarsità dei documenti, non può dirsi nemmeno ora risolta. A chi apparteneva nell’alto medio-evo la riva orientale del lago di Como?

Gli storici bergamaschi, con a capo il canonico Lupi sostengono che tutto il ramo del lago di Lecco apparteneva a Bergamo3 e di questo avviso è pure il Ronchetti,4 seguito dal Pagnoncelli5. Il

  1. Schnider F., Die Entsehung von Burg und Landgemeinde in Italien (Abhandlungen zur Mittleren und Neueren Geschichte, Rothschild - Berlin, 1924.
  2. Non bisogna però dimenticare che il nome di Varenna con due n è tutt’affatto recente.
  3. Lupi Mario, Codex diplomaticus Bergomatis, Bergomi, MDCCIC.
  4. Ronchetti Giuseppe, Memorie storiche della città e chiesa di Bergamo, Bergamo, 1805. Tomo I. pag. 2.
  5. Pagnoncelli Antonio, Sulle antichissime origini e concessioni dei governi municipali nelle città italiane. Tomo I, pag. 32.