Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/54

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
28 Proverbi sul cavallo.

Cheval qui se plaint, porte le cavalier loin, ed anche:

Cheval ronfleur, bon marcheur.

Vi hanno dei cavalli che quando sono in moto al passo o al trotto, emettono come un gemito prolungato, mostrandosi in pari tempo di ottimo umore e vogliosi di andare. Egli è questo il lamentarsi cui allude il proverbio, ed essendo un indizio di salute e di buona volontá, aggiunge con diritto: va lontano e poco stenta. Da che provenga questo lamentarsi non è facile lo stabilire, certo è che si ritiene giustamente sia indizio di buon cavallo, ed una particolaritá di quello di lena.

20. Caval d’altri e sproni propri, fanno le miglia corte, ed anche:

I cavalli altrui corrono spediti, ed i tedeschi:

Fremdes Pferd und eigne Sporen machen kurze Meilen, oppure:

Fremdes Pferd und eigne Sporen haben bald den Wind verloren, oppure:

Mit eigner Peitsche und Fremden Rossen ist gut fahren, e gli inglesi:

A horse hired, never tired.

Sonvi di cotali che avuto in prestito un cavallo lo spingono a tutta corsa, o lo fanno trottare e galoppare senza un riguardo al mondo. Chi si diporta in tal maniera non solo commette un abuso di fiducia verso il proprietario del cavallo, ma si rende colpevole di una mancanza degna di essere punita. L’imprestito cortese e gratuito di un cavallo, impone tali e tanti obblighi da doverci indurre ad esser cauti nel servircene; e chi adopera i cavalli altrui con i do-